Lista Doria / Obiettivi

AMBIENTE

Sulla tutela del patrimonio paesaggistico e culturale si gioca, oltre al futuro del pianeta, la qualità di vita dei cittadini. Da come si pensa la città, dalla collocazione dei servizi, dall’organizzazione della mobilità, dalla cura degli spazi pubblici urbani e naturali, dalla gestione dei rifiuti dipende la vivibilità  della città  e la salute dei suoi cittadini.

La città a misura d’uomo è quella in cui servizi, mobilità, spazi pubblici vengono progettati in funzione del cittadino, e l’interesse della collettività è modellato a partire dalle esigenze dei singoli. In questo contesto l’istruzione e la formazione professionale devono essere orientati alla promozione di quelle attività che, con i servizi alla persona, la promozione del patrimonio paesaggistico e culturale, e con lo sviluppo di tecnologie ed abilità gradite al pianeta, contribuiscono alla progressione economica della città e all’emancipazione sociale dei cittadini.

DIRITTI

Con l’erogazione dei servizi di cui sono titolari,  i Comuni sono chiamati a concorrere alla rimozione degli “ostacoli di ordine economico e sociale, che limitando di fatto la libertà e l’uguaglianza dei cittadini impediscono il pieno sviluppo della persona umana” (costituzione art.3).

La progettazione dell’assetto e dell’utilizzazione del territorio  assieme alla  realizzazione di un sistema integrato di servizi alla persona e alla comunità, non solo costituiscono il cardine dello sviluppo economico della città, ma assolvono al mandato costituzionale assegnato ai Comuni e costruiscono le basi materiali, economiche e sociali per l’esercizio effettivo della cittadinanza.

Concorriamo, sostenendo l’adozione di orientamenti  e provvedimenti, a rendere effettivamente  esigibili i diritti alla casa, all’istruzione, alla salute, alla mobilità, alle pari opportunità. Sosteniamo i percorsi che  favoriscono l’identificazione di   soluzioni partecipate e condivise attraverso l’uso di metodologie di  co-progettazione e concertazione delle politiche.

Pur non potendo redarre una “classifica dei diritti”,  pensiamo a una città vivibile e sicura per i bambini, che consenta loro di esprimere la loro autonomia di cittadini, convinti che dove vive bene un bambino si sviluppa una comunità ancorata a valori di rispetto, di relazioni umane, di affettività.  Inoltre particolare riguardo riserviamo alle pratiche che favoriscono lo sviluppo culturale e professionale dei giovani, e che colgono, in un contesto di precarietà identitaria e lavorativa, il valore del loro punto di vista e dei loro bisogni.

BENI COMUNI

Sono da considerarsi Beni Comuni tutti quei beni materiali o immateriali indispensabili alla vita individuale e collettiva. Si considerano “primari”: l’acqua, l’aria, la terra, l’energia, il paesaggio e altresì, possiamo considerare come “sociali”: l’istruzione, la salute, i saperi, l’arte e il lavoro. La loro salvaguardia è strettamente connessa alla giustizia sociale e ambientale, ed ha inoltre il valore di perseguire e tutelare il bene altrimenti effimero della bellezza naturale e culturale. Il nostro impegno è quello di creare le condizioni perchè le scelte in questi campi siano improntate a principi di accessibilità, condivisione, equità e richiamino i cittadini all’adempimento dei propri doveri per la salvaguardia ed il rispetto dei beni comuni.

La cultura diventa il bene comune prioritario per l’educazione e l’emancipazione della cittadinanza. Occorre costruire percorsi che rendano il patrimonio del Comune fruibile a tutti, sia nei suoi spazi istituzionali e di presidio sociale che nella creazione e nell’apertura di spazi dove poter esprimere, sopratutto per le nuove generazioni, linguaggi nuovi e sviluppare diverse forme di creatività.  In questo contesto emerge vigorosamente l’esigenza di praticare nuove forme di politica che riattivino i cittadini all’interno di soggetti collettivi, con modalità e strumenti che  identifichino gli ambiti dell’amministrazione in cui la gestione partecipata è percorribile  e consentano l’intersezione ed il dialogo con la catena di rappresentanza istituzionale.

Listadoria_rss